"scarta la tua memoria, scarta il tempo futuro del tuo desiderio; dimenticati entrambi, in modo da lasciare spazio ad una nuova idea. Forse sta fluttuando nella stanza in cerca di dimora, un pensiero, un'idea che nessuno reclama..." Bion

INDIPENDENZA PROFESSIONALE, EDUCAZIONE SESSUALE E TERAPIE RIPARATIVE


Questo post riprende dei concetti importanti, lo dedico al mio caro amico Marco...

In questi giorni si sono sviluppati diversi dibattiti sui temi dell’educazione sessuale nelle scuole e delle “terapie riparative” dell’omosessualità.
È anche già stato ribadito da alcuni Ordini Territoriali il dovere per ogni psicologo di osservare l’art.4 del nostro Codice Deontologico, in cui il professionista è tenuto a rispettare l’autodeterminazione e il sistema di valori di coloro che si avvalgono delle sue prestazioni senza discriminazione alcuna.
Il Consiglio dell’Ordine degli Psicologi del Veneto si dichiara, in linea con quanto ripetuto più volte dal Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, contrario all’idea stessa di “terapie riparative” dell’omosessualità. L’omosessualità, infatti, oggi non è considerata un disturbo e pertanto non può venire diagnosticata né tantomeno essere oggetto di una terapia.
Il Consiglio dell’Ordine degli Psicologi del Veneto ribadisce che il ruolo dello psicologo è quello di garantire il pieno benessere delle persone che si avvalgono delle sue prestazioni, rispettandone la dignità, il diritto alla riservatezza, all'autodeterminazione ed all'autonomia, le opinioni e le credenze, non operando discriminazioni in base a religione, etnia, nazionalità, estrazione sociale, stato socio-economico, sesso di appartenenza, orientamento sessuale, disabilità. Inoltre, lo psicologo ha il diritto e il dovere di lavorare in condizioni che non compromettano la sua autonomia professionale e il rispetto del Codice Deontologico, ed è pienamente responsabile dell’applicazione e dell’uso dei metodi, delle tecniche e degli strumenti psicologici che, in libertà e autonomia, sceglie.
Il Consiglio dell’Ordine degli Psicologi del Veneto, al netto di ogni dibattito politico, sociologico o morale sarà vigile e sosterrà i colleghi affinché nulla impedisca loro di avere la doverosa libertà di operare in scienza e coscienza nel rispetto e per il benessere delle persone.
Il Consiglio dell’Ordine degli Psicologi del Veneto – rispettando ciascun sistema di valori e credenze, purché non ledano la libertà e non mettano in pericolo la salute e la libertà delle persone – promuove, anche a seguito di un importante lavoro fatto di ascolto e conoscenza dei tanti soggetti che operano nell’ambito dell’educazione e dell’orientamento sessuale, il passaggio dalla “volontà di curare” alla “necessità di prendersi cura”.
Approvato all’unanimità da parte del Consiglio dell’Ordine degli Psicologi del Veneto
Presenti: De Carlo, Miotti, Dal Corso, Ruzza, Barbano, Barbuzzi, Bargnani, Curci, Galbussera, Lamberti, Mazzocco, Michieletto, Muraro, Negrizzolo. 

Convegno "LA PSICOLOGIA COME RISORSA PER LE AZIENDE DEL VENETO" Vicenza 20/02/2015



Cara Collega, caro Collega,

abbiamo il piacere di presentarti e invitarti al Convegno dal titolo “LA PSICOLOGIA COME RISORSA PER LE AZIENDE DEL VENETO”, che si terrà a Vicenza il 20 febbraio 2015 dalle ore 16.30 alle ore 19.30, presso l’Hotel Viest in via Uberto Scarpelli 41.
L’evento organizzato da questo Ordine professionale insieme all’Assessore Regionale al Lavoro Elena Donazzan e con il Patrocinio della Regione Veneto offre l’opportunità di un confronto tra psicologi, imprenditori e manager su teorie e tecniche psicologiche applicate ai contesti lavorativi, esperienze e casi di successo già applicati in azienda, auspici e prospettive riguardo al ruolo della psicologia nelle organizzazioni.
Per visionare la brochure (qui).
L'iscrizione è necessaria al fine di poter registrare le richieste di partecipazione, che avverranno secondo l’ordine di arrivo e non potranno superare i limiti di capienza della sala.
Se sei interessata/o puoi iscriverti al più presto con una delle seguenti modalità:
- compilando il format di adesione via WEB che troverai al seguente link:
http://www.ordinepsicologiveneto.it/typo3/iscrizione/cod0032
- compilando la scheda di partecipazione (qui) e inviandola all'Ordine fax n° 041983947.
Successivamente all'inoltro via e-mail o via fax; la Segreteria, verificati i dati e la disponibilità dei posti, invierà comunque via e-mail una conferma di accettazione o meno dell'iscrizione.
Sperando di poterti annoverare tra i partecipanti, ti salutiamo cordialmente e ti auguriamo buon lavoro.
Il Presidente
Alessandro De Carlo

C'è un bellissimo corso di psicomotricità collegato a questa serata introduttiva, per informazioni contattate il comune di Piazzola sul Brenta

Follow by Email

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

traslate in english