"scarta la tua memoria, scarta il tempo futuro del tuo desiderio; dimenticati entrambi, in modo da lasciare spazio ad una nuova idea. Forse sta fluttuando nella stanza in cerca di dimora, un pensiero, un'idea che nessuno reclama..." Bion

Master Professionale in Etologia, Educazione e Addestramento del Cane 2015-2016

Presentazione

Forti dell’esperienza della prima edizione il CSC, spin-off dell’Università degli Studi di Padova, è lieto di proporre nuovamente una formazione di alto livello a tutti coloro che desiderano lavorare nel mondo della cinofilia sempre attraverso la preparazione e l’esperienza dei suoi professionisti, di noti istruttori cinofili italiani e di esperti internazionali.
Il Master si rivolge a tutti coloro che desiderano lavorare nel mondo della cinofilia, come educatori o istruttori cinofili, garantendo loro una preparazione di alto livello. Attraverso lezioni teoriche e pratiche, il corso approfondirà numerosi argomenti nell’ambito di:
biologia ed etologia del cane
apprendimento, tecniche di addestramento, attività ludiche e d’impiego del cane
tecniche di modificazione comportamentale
tecniche di comunicazione con il cliente

Svolgimento 

Le lezioni si svolgeranno da marzo 2015 a giugno 2016, con cadenza mensile nei giorni di sabato e domenica. Alle lezioni seguirà un periodo di tirocinio della durata di 50 ore da svolgersi entro Dicembre 2016 presso uno dei Centri Cinofili individuati dal C.S.C. sul territorio nazionale. Al termine del percorso formativo, Per poter accedere alle verifiche in itinere e al termine del percorso formativo è richiesta la frequenza obbligatoria all’80% delle lezioni teoriche e al 90% delle lezioni pratiche. Gli iscritti hanno la possibilità di sottoporsi alle verifiche per un massimo di tre volte. Dopo il superamento delle verifiche teoriche e pratiche previste, verrà rilasciato un attestato da parte del C.S.C., con insreimento nell'elenco degli Educatori riconosciuti CSC.
Le lezioni tenute da docenti stranieri si svolgeranno in lingua inglese e verranno tradotte in Italiano. Per tutta la durata del Master il C.S.C. offre agli iscritti la presenza di un tutor che, oltre ad essere a disposizione on-line per eventuali informazioni, garantirà il supporto richiesto durante lo svolgimento delle lezioni. Gli iscritti riceveranno il materiale didattico costituito dalle lezioni dei singoli docenti e da riferimenti bibliografici selezionati per approfondimenti. 

Numero di partecipanti

Minimo 20 - massimo 40
In caso di esubero di domande di iscrizione, il titolo di studio costituirà il requisito preferenziale per l’ammissione dei candidati.

Requisiti

Titoli
Per l’iscrizione è richiesto il titolo di Diploma di Scuola Media Superiore.
Presenza di cani
Per consentire una formazione adeguata è caldamente consigliato di essere accompagnati da un cane, non necessariamente di proprietà, ben socializzato con altri cani e persone. Coloro che non parteciperanno con l’animale potranno assistere alle dimostrazioni ed avranno la possibilità di esercitarsi con uno dei cani presenti limitatamente alla disponibilità degli stessi. Tuttavia si avvisa che per la prova pratica finale è richiesta la preparazione di un cane da parte del corsista.
La presenza del cane è necessaria solo ed esclusivamente durante le lezioni pratiche secondo le modalità indicate in itinere.
Il cane potrà accedere agli spazi consentiti solo se munito di copertura assicurativa e sanitaria (profilassi vaccinale e antiparassitaria in regola).

 Docenti

Serena Adamelli (MedVet,PhD - CSC)
David Appleby (MSc, CCAB, Consulente comportamentalista - Helsinki Finlandia)
Ilaria Boero (Istruttrice Cinofila)
Gabriele Bono (MedVet, Professore emerito di Fisiologia - Università di Padova)
Alice Dal Toso (Istruttore Cinofilo)
Claudia Fugazza (Istruttore cinofilo)
Matteo Gianesella (MedVet, PhD, Ricercatore in Clinica Medica, Università di Padova)
Alexandra Horowitz, MSc, PhD, Professore associato, Barnard University, New York
Jean-Marc Landry (Ricercatore - IPRA, Svizzera)
Mirko Lui (Istruttore cinofilo)
Franco Favaro, (Psicologo della comunicazione - CSC)
Lieta Marinelli (MedVet, PhD - Professore associato di Fisiologia veterinaria, Università di Padova)
Adam Miklosi (MSc, PhD, Professore di Etologia - Eötvös Lorand University, Budapest, Ungheria)
Michele Minunno (Istruttore cinofilo)
Paolo Mongillo (MedVet, PhD, Ricercatore in Fisiologia veterinaria - Università di Padova)
Rebecca Ricci (MedVet, PhD, Ricercatore in Nutrizione degli Animali d’affezione)
Barbara Soprani (Istruttore cinofilo)

 Direzione

 Direttore: Prof. Gabriele Bono
 Segreteria Amm.va: Dott.ssa Serena Adamelli
 e-mail: info@cscpadova.com
 tel: 347 8201243

  •  Sede

Agriturismo Villa Serena, Via Nogia 28, Vigonovo (VE)
 tel: 049 9830957
 e-mail: info@villaserena.us 
L’agriturismo mette a disposizione del CSC un'ampia sala per le lezioni teoriche, all'occorrenza usabile anche per la pratica in caso di maltempo. Inoltre offre ai corsisti possibilità di vitto e alloggio, anche con il proprio cane.

 Costi

La quota di iscrizione è di a € 2.900 da versare entro il 30/01/15. Oltre tale data la quota è pari a € 3.100,00. Per chi lo desidera, è possibile effettuare il pagamento in tre rate:
1ªrata: € 870,00 entro il 30 gennaio 2015
€ 1.100,00 tra il 30 gennaio e il 13 marzo 2015
2ªrata: € 870,00 entro il 13 marzo 2015
3ªrata:  € 1.160,00 entro il 12 giugno 2015
In caso di rinuncia oltre il 30 gennaio 2015 la quota o la rata versate non verranno restituite.
Il pagamento può essere effettuato tramite bonifico bancario intestato a:
CSC S.r.l. - Crediveneto - Agenzia Piazza della Frutta - Padova
IBAN: IT14I0705712100000000001070

Ottobre - Novembre 2014: Il Patentino Corso ministeriale per proprietari di cani

Un corso gratuito per tutti i cittadini di Padova. Scarica da qui il modulo di iscrizione. 
Presentazione
Un corso chiaro e esaustivo per dare informazioni sul comportamento e sulla corretta gestione del cane e rispondere alle domande e ai problemi che più frequentemente provengono dai proprietari.
Il corso è stato realizzato con 
il contributo dell’Assessorato all’Ambiente ed ha ottenuto il Patrocinio da parte dell’Ordine dei Medici Veterinari di Padova e la validazione da parte dell'Area Dipartimentale di Sanità Pubblica Veterinaria dell'Ulss n. 16 in ottemperanza al D.G.R. 2014 del 3 agosto 2010 e l’O.M. 6 agosto 2013  “Ordinanza contingente ed urgente concernente la tutela dell'incolumità pubblica dall'aggressione dei cani”
Programma
CORSO BASE
Sabato 18 ottobre 2014 ore 10.00-12.30
Dott.ssa Serena Adamelli (MedVet, PhD, Esperto in Comportamento, CSC)
- Presentazione del corso ed eventuali comunicazioni di servizio
- La domesticazione e l’evoluzione del cane
- Etologia del cane
Sabato 25 ottobre 2014 ore 10.00-12.00
Dott.ssa Elisa Maria Cestarollo (MedVet, PhD, Esperto in Comportamento, Libero Professionista)
- Comunicazione intra- ed extra-specifica
- Il linguaggio del cane: comunicazione olfattiva, acustica e visiva
- Relazione uomo-cane: errori di comunicazione
- Gestione ed educazione del cane e del proprietario
Sabato 8 novembre 2014 ore 10.00-12.00
Dott.ssa Serena Adamelli (MedVet, PhD, Esperto in Comportamento, CSC)
- Il benessere del cane: bisogni fondamentali e principali cause di sofferenza
- Lo sviluppo comportamentale in relazione alle diverse fasi della vita del cane
Sabato 15 novembre 2014 ore 10.00-11.30
Dott. Matteo Gianesella (MedVet, PhD, Ricercatore, Università degli Studi di Padova)
- Normativa in materia di tutela del benessere degli animali d’affezione: obblighi e responsabilità del proprietario
- La figura giuridica del proprietario/detentore/custode, il procedimento amministrativo applicato agli animali, i reati contro gli animali
Domenica 16 novembre 2014 dalle ore 10.00
Dott.ssa Alice Dal Toso (istruttore cinofilo, CSC)
- Modulo didattico pratico con il cane (60 minuti per ciascun gruppo)
Sabato 22 novembre 2014 ore 10.00-12.00
Dott.ssa Patrizia Coccato (MedVet, PhD, Esperto in Comportamento, Libero Professionista)
- Come prevenire l’aggressività e i problemi di comportamento
- Adozione quale scelta responsabile: razze, miti e credenze da sfatare sul miglior amico dell’uomo
- Convivenza tra cani e bambini: consigli per le famiglie
- Le figure professionali a cui rivolgersi in caso di problemi
CORSO AVANZATO
Sabato 29 novembre 2014 ore 9.00-13.00 Dott.ssa Serena Adamelli (MedVet, PhD, Esperto in Comportamento, CSC)
- Approfondimenti sul comportamento aggressivo
Dott. Matteo Gianesella (MedVet, PhD, Ricercatore, Università degli Studi di Padova)
- Legislazione regionale, nazionale e comunitaria in materia di animali d’affezione (anagrafe canina, lotta al randagismo, tutela dell’incolumità pubblica dall’aggressione dei cani)
Sabato 29 novembre 2014 dalle ore 13Test di valutazione finale
Informazioni e iscrizione
Numero di partecipanti:
Il corso prevede un numero massimo di 50 partecipanti. In caso di esubero di iscrizioni, sarà data priorità ai proprietari individuati dai Servizi Veterinari delle AULSS competenti che hanno ricevuto l’obbligo di partecipare al percorso formativo.
Sede lezioni:
Le lezioni teoriche saranno tenute presso la sede di Informambiente, in Via dei Salici n. 35 (Zona Guizza) - Padova. La sede della lezione pratica del 16 novembre sarà comunicata nel corso delle lezioni.
Termine iscrizioni
11 ottobre 2014
Modalità di iscrizione
Compilare il modulo scaricabile da qui e inviare all’indirizzo info@cscpadova.com o via fax al n. 049 641174
Costo
La partecipazione al corso è gratuita e riservata ai cittadini residenti nel comune di Padova. Al termine del corso, chi lo desidera può richiedere un attestato di partecipazione al costo di € 5.00 (esente IVA).
La partecipazione al corso è obbligatoria per i cittadini, anche residenti in altri Comuni, proprietari di cani individuati dai Servizi Veterinari delle AULSS competenti, che hanno ricevuto l’obbligo di partecipare al percorso formativo. Al termine del corso, a questi proprietari è fatto obbligo di sostenere un test di valutazionefinale per il conseguimento del Patentino, che dovranno ritirare dopo pagamento di € 31.00 (esente IVA). Le modalità di pagamento e di ritiro del Patentino verranno comunicate durante il corso.

ATTENZIONE!!!

SELEZIONE PUBBLICA PER LA FORMAZIONE DI GRADUATORIA PER CONFERIMENTO DI INCARICHI A TEMPO DETERMINATO, PIENO E PART-TIME, DI DOCENTE DI SCUOLA D’INFANZIA – 6° LIV. DI CUI AL CCNL FISM

Per avere il bando completo visitate il sito della Spes : www.spes.pd.it
Io lavoro per loro, ottimi, persone serie, preparate, consiglio a tutti questo ente perché è molto professionale,  rispettoso del personale, ci sono sempre corsi di aggiornamento,  i minori vengono veramente al primo posto, se sei bravo vieni riconosciuto!

Quanto possiamo sopportare il silenzio?



In cerca di silenzio assoluto? Quanto possiamo sopportare il silenzio?
Quante volte al giorno pensate, magari immersi nel traffico o se siete in giro per negozi, che avreste bisogno di 5 minuti di silenzio? Fautori del silenzio, udite, udite, da uno studio degli esperti degli Orfield Laboratories, una società americana che si occupa di acustica dei luoghi, emerge che le persone non possono sopportare il silenzio più di 3 quarti d'ora. Nella loro“camera anecoica”, che assorbe il 99,99 per cento dei suoni, infatti, nessuno è riuscito a resistere più di 45 minuti, disorientato dalla mancanza dei riferimenti sonori che in genere usiamo quando ci muoviamo, e angosciato dai rumori quali il gorgoglio del proprio stomaco, il respiro, il battito cardiaco, che normalmente non si percepiscono.
Il silenzio è d'oro come dice il proverbio? In uno studio americano pubblicato sul Journal of Consumer Research dimostra che il silenzio assoluto è nemico della creatività perché ostacola il pensiero astratto, che permette di ragionare fuori dagli schemi. A favorire la creatività sono invece ambienti in cui l’intensità sonora si aggira attorno ai 70 decibel (tipicamente, un bar).





MADRE TERESA DI CALCUTTA


Non aspettare di finire l'università,
di innamorarti,
di trovare lavoro,
di sposarti,
di avere figli,
di vederli sistemati,
di perdere quei dieci chili,
che arrivi il venerdì sera o la domenica mattina,
la primavera, l'estate, l'autunno o l'inverno.
Non c'è momento migliore di questo per essere felice.
La felicità è un percorso, non una destinazione.
Lavora come se non avessi bisogno di denaro,
ama come se non ti avessero mai ferito e balla,
come se non ti vedesse nessuno.
Ricordati che la pelle avvizzisce,
i capelli diventano bianchi e i giorni diventano anni.
Ma l'importante non cambia:
la tua forza e la tua convinzione non hanno età.
Il tuo spirito è il piumino che tira via qualsiasi ragnatela.
Dietro ogni traguardo c'è una nuova partenza.
Dietro ogni risultato c'è un'altra sfida. Finché sei vivo, sentiti vivo.
Vai avanti, anche quando tutti si aspettano che lasci perdere.
Beata Madre Teresa di Calcutta

Sperimentando 2014



DAL 22 APRILE 2014 AL 18 MAGGIO 2014
Tredicesima edizione della mostra interattiva di esperimenti di fisica e chimica e di osservazioni di scienze naturali e biologiche. L'obiettivo è quello di avvicinare in modo piacevole e divertente, ma pur sempre rigoroso, giovani e meno giovani alla scienza; il visitatore è invitato a provare e toccare, sperimentando direttamente e quindi familiarizzando con fenomeni e principi delle scienze. La mostra è indirizzata prevalentemente agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado ma la varietà dei temi trattati ed i diversi livelli di approfondimento previsti rendono interessante la visita per persone di tutte le età. Dal 2008 viene allestito uno stand pensato per i bambini.
Nell'ambito dell'iniziativa si inserisce il concorso "Sperimenta anche tu", indirizzato ai ragazzi, che ha lo scopo di stimolare gli studenti a proporre esperimenti di fisica, chimica e scienze da esporre alla mostra.

Dove: Spazio espositivo "ex Macello" - via Cornaro, 1 - Padova
Quando: 22 aprile - 18 maggio 2014
Approfondimentisito web



Buona Pasqua a tutti!!!


Orari impossibili e contratti in nero: nei supermarket, dipendenti sfruttati

Riporto questo post che ho trovato navigando in rete, il problema é che non é una situazione che si trova solo nei supermercati, io dalla mia esperienza posso confermare che mi é capitato, non lavoravo certo in un supermercato, avevo un contratto dal lun al ven, ma lavoravo secondo le esigenze del lavoro, ( sabato, domeniche e festivi non retribuiti), quando ho chiesto al titolare di seguire il contratto mi ha lasciata a casa, quindi non stupitevi, in Italia ci vorrebbero più tutele per i lavoratori!

Turni massacranti, straordinari e festivi spesso non retribuiti, la paura di perdere il posto e le intimidazioni: «Parlo, ma se mi scoprono i capi è l’inferno». Viaggio nella Gdo, tra una trentina di super e discount romani. Le aziende: «Rispettiamo i contratti»

ROMA – «Vorrei spiegare quello che succede, come siamo trattati, ma ho paura, se i “capi” mi scoprissero per me sarebbe l’inferno». «Non siamo autorizzati a rilasciare dichiarazioni riguardo il nostro lavoro ai clienti, né tantomeno ai giornalisti”. «Il responsabile ha visto che parlava con me, se ne vada o mi rovinerà». Corriere.it ha cercato di far luce sulle condizioni di lavoro di dipendenti e responsabili di supermercati e discount a Roma, ma le domande spesso sono rimbalzate contro un muro di gomma fatto di paura. La garanzia dell’anonimato e dell’indicazione generica del supermercato (senza precisare la zona) nella maggior parte dei casi non è stata sufficiente. Su una trentina di punti vendita, soltanto in otto casi il personale ha deciso di spiegare la propria condizione. E il quadro non è certo confortante, fra straordinari non pagati adeguatamente o riconosciuti come orario lavorativo normale, turni di 15 ore al giorno, lavoro «imposto» nei festivi , contratti in nero e pressioni psicologiche. A sorpresa, però, le condizioni dei lavoratori sarebbero migliori nei discount rispetto ai supermercati.
di Giuseppe Cucinotta

COMUNITA’ DELLE RAGAZZE “STEFANIA OMBONI”


Cos’è

E’ una comunità di tipo familiare. E’ una risposta concreta alle continue trasformazioni dei bisogni sociali provenienti dal territorio nell’ambito dei minori in difficoltà e in particolare delle adolescenti. E’ un progetto inserito in un ambito di intervento a più ampio raggio secondo le indicazioni provenienti dai servizi sociali invianti.

Finalità

La struttura si propone di garantire alle ospiti preadolescenti e adolescenti un ambiente idoneo alla loro crescita psicofisica e di fornire uno spazio relazionale educativo capace di promuovere e sviluppare in ciascuna sicurezza ed autonomia. Ognuna ha la possibilità, nel periodo di permanenza, di sperimentarsi gradualmente rispetto all’assunzione dei compiti e responsabilità che riguardano la gestione della vita quotidiana.

A chi è rivolto

Il servizio è rivolto a ragazze dagli 11 ai 17 anni che hanno bisogno di un periodo di sostegno affettivo e relazionale in una situazione di totale protezione, attraverso l’impiego di personale qualificato. La comunità può accogliere fino a 6 ospiti. La segnalazione giunge dai servizi sociali territoriali, con i quali ci si accorda sulle modalità di accoglimento. I tempi di permanenza sono molto variabili, in quanto dipendono dal percorso individuale.

Progettazione educativa

Nella comunità operano educatori professionali e psicologi impegnati principalmente nella realizzazione di un clima familiare e nella condivisione della quotidianità delle ragazze per costruire insieme nuovi percorsi di crescita e maturazione, oltre che di abilità sociali nuove. Un assistente sociale poi ha funzioni di coordinamento e di collaborazione con l’equipe educativa e con i servizi coinvolti nel progetto. Al personale possono essere affiancati anche alcuni volontari per progetti specifici.
Il progetto individualizzato si crea con i servizi sociali invianti e mira a promuovere il senso di autonomia nelle minori. Nel periodo di permanenza ognuna ha la possibilità di sperimentarsi gradualmente rispetto all’assunzione di compiti e di responsabilità e riguardo la gestione della vita quotidiana.
I servizi invianti insieme all’equipe educativa elaborano inoltre progetti di gruppo per costruire percorsi di crescita e maturazione, per rinforzare un rapporto relazionale affettivo significativo con le figure adulte di riferimento e per favorire i contatti con l’ambiente esterno.  

Mostra "Gli Eremitani - 70 anni fa le bombe e la ricostruzione"



A Palazzo Zuckermann, dall'11 aprile al 25 maggio

Descrizione

Con materiali tratti dagli archivi fotografici della Soprintendenza e del Comune di Padova, vengono illustrate le vicende della Chiesa degli Eremitani che l'11 marzo 1944 fu oggetto di un disastroso bombardamento. L'evento ridusse in polvere gli affreschi che costituivano la parte più rilevante della Chiesa.
La ricostruzione avvenne in tempi serrati e si è conclusa solo qualche anno fa con il "Progetto Mantegna".

Quando

Mostra "Gli Eremitani - 70 anni fa le bombe e la ricostruzione"
Dall'11 aprile al 25 maggio 2014, dalle ore 10:00 alle ore 19:00, chiuso i lunedì non festivi e l'1 maggio.
Inaugurazione mostra venerdì 11 aprile, ore 12:00.

Dove

Palazzo Zuckermann, corso Garibaldi, 33 - Padova

Ingresso

La visione della mostra è ad ingresso libero.

Per informazioni

Palazzo Zuckermann
telefono 049 8205664
email musei@comune.padova.it

Laboratori creativi e ludoteca da 0 a 8 anni: "Kids art"


Appuntamenti al Centro culturale Altinate/San Gaetano

Kids art

Descrizione

L'associazione Mamiù, con il patrocinio del Consiglio di quartiere 1 Centro, allestisce una ludoteca per bambini da 0 a 8 anni ed un punto mamma per allattare o cambiare il proprio bambino all'interno del Centro culturale Altinate/San Gaetano.
Vengono proposti anche laboratori creativi che trattano l'arte, il colore, l'espressione, la musica, il movimento e il primo ascolto, la recicl-arte, la cucina, la costruzione, la scultura, la narrazione ed una serie di attività tematiche.
Kids art

Quando

Dalla metà di novembre 2013 a maggio 2014;
orari: da lunedì a sabato dalle 16:00 alle 19:00

Dove

Spazio bimbi, piano terra del Centro culturale Altinate/San Gaetano, via Altinate, 71 - Padova

Programma

Il programma è consultabile sul sito www.mamiu.it.

Ingresso

Costo orario: 5 euro
Costo per il pomeriggio (3 ore): 12 euro
I bambini di età inferiore ai 3 anni devono essere accompagnati da un adulto di riferimento.

Per informazioni

Associazione Mamiù
Chiara Taglioni, cell. 349 5005373
Nada Cavallin, cell. 328 6664737
email info.mamiu@gmail.com
sito www.mamiu.it

Diffamazione...mai come oggi tanto attuale!


Oggi sono pensierosa, mi chiedo e vi chiedo cosa spinga la mente umana a diffamare gli altri?
La questione è proprio, perchè le persone si inventano cose brutte e false su altri? Sono giunta alla conclusione che quando una persona si sente in difetto, si rende conto che è nel torto e non sa come uscirne....DIFFAMA.
Chiedo nuovamente aiuto a Wikipedia per chiarire il concetto di Diffamazione:
in diritto  italiano, è il delitto previsto dall'art. 595 del  Codice penale secondo cui:
Chiunque, fuori dei casi indicati nell'articolo precedente, comunicando con più persone, offende l'altrui reputazione, è punito con la reclusione fino a un anno o con la multa fino a euro 1032.
Se l'offesa consiste nell'attribuzione di un fatto determinato, la pena è della reclusione fino a due anni, ovvero della multa fino a euro 2065.
Se l'offesa è recata col mezzo della stampa o con qualsiasi altro mezzo di pubblicità, ovvero in atto pubblico, la pena è della reclusione da sei mesi a tre anni o della multa non inferiore ad euro 516.
Se l'offesa è recata a un Corpo politico, amministrativo o giudiziario, o ad una sua rappresentanza, o ad una Autorità costituita in collegio, le pene sono aumentate.
Mi chiedo.... ma veramente ci sono persone che si sentono tanto potenti da permettersi di gettare fango su altri?
Allora è proprio vero, il mondo va alla rovescia! Faccio un esempio, un lavoratore che comunica al proprio datore di lavoro che è in atto una situazione non chiara, che magari coinvolge dei minori ( non in grado di difendersi), invece di sentirsi tutelato, si ritrova lui stesso vittima su due fronti: mobbing e diffamazione.
Allora mi ripeto....il mondo va alla rovescia! Quando si è piccoli ci insegnano a dire la verità, a difendere i più deboli ( bambini, diversamente abili, ecc), ma nel momento in cui noi mettiamo a frutto gli insegnamenti ricevuti, e non siamo più donne, uomini, lavoratori, ricchi, poveri, non facciamo più il nostro interesse, ma quello degli altri....ecco che tutto ci si ritorce contro.
Chi dovrebbe intervenire ci sanziona ingiustamente, chi dovrebbe essere punito viene protetto perchè?
Cosa sta succedendo al mondo, alle persone che lo popolano?
Non c'è un limite? Il limite, il guardarsi allo specchio al mattino, l'abbracciare,  per chi li ha, i propri figli e non pensare a tutto il male che si sta facendo, per soldi ed interessi ai loro coetanei?
Lacio a voi la possibilità di rispondermi, io, mi dimetto come diceva M.Masini " mi dimetto da falso poeta, questa vita fa tutto da se ..."
Allora mi torna in mente un dialogo avuto tempo addietro con la mia amica Manuela ed il mio amico Marco...ricordo le loro parole, dicevano cinicamente che chi combatte per difendere i più deboli poi viene "menato"... io rispondo a loro, che non ho paura delle minacce, io faccio i fatti, e fino a che lotterò per difendere i più deboli, sarò degna di essere chiamata persona!

Centro Girasoli


Equipe specialistica Interprovinciale “I Girasoli” - Centro specialistico di secondo livello di cura e protezione dei bambini, dei ragazzi e delle loro famiglie

Responsabile: Dott.ssa Maria Elisa Antonioli

Mappa

Equipe specialistica Interprovinciale “I Girasoli”

Via dei Colli, 4 -  35143 -  Padova  (pd)
Complesso Sociosanitario dei Colli - Padiglione 2 

Orari di apertura al pubblico:
lunedì 14.00-17.00 
martedì 09.00-17.00 
mercoledì 09.00-14.00 
giovedì 13.00-18.00 
venerdì 09.00-17.00 

Orari di accesso telefonico:
orari di apertura del servizio. 
In caso di assenza dell’operatore è attiva una segreteria telefonica.

Telefono:

049 8214644

Fax:

049 8216076
Cura e protezione dei minori e delle loro famiglie in situazioni di grave maltrattamento e abuso ( Provincie di PADOVA, ROVIGO, VERONA, VICENZA,). 

Ambito di intervento e attività svolte:
• Attività di di consulenza ai servizi e agli operatori del territorio per attività di sensibilizzazione, formazione e promozione della rete 
• Attività di consulenza psicologico-clinica, neuropsichiatrica e psicogiuridica, nel campo dell’abuso e del grave maltrattamento di minori e/o ad opera di minori rivolta agli operatori dei servizi 
• Attività di collaborazione con l’Autorità Giudiziaria, per l’audizione dei minori (audizione protetta \ incidente probatorio) e accompagnamento minore durante il percorso giudiziario. 
• Valutazione diagnostica del minore e/o della sua famiglia in situazioni di maltrattamento grave e abuso; 
• Attività terapeutica per minori abusanti 
• Presa in carico terapeutica del minore e/o della sua famiglia in situazioni di maltrattamento grave e abuso; ( solo per minori residenti Ulss 16 di Padova) 

L’accesso al Centro non avviene in maniera diretta, ma su richiesta dei Servizi Socio-sanitari territoriali che mantengono la titolarità del progetto.

Follow by Email

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

traslate in english